LE RIVELAZIONI DI AARON RUSSO E IL FALSE FLAG COME STRUMENTO PER IMPORRE IL MICROCHIP: ACCADE ORA

13690752_1061444723962753_7930648185409394021_nAaron Russo, direttore e produttore cinematografico hollywoodiano, approfondisce una eccezionale confessione di Nick Rockefeller, che include il preannuncio della strage dell’11 settembre, la bufala della guerra al terrorismo, la creazione del movimento di liberazione della donna e il piano finale per una riduzione della popolazione mondiale e l’avvento di una società globale controllata dal microchip.
Aaron Russo è intervistato dal collega e conduttore radiofonico Alex Jones.
Durante l’intervista Russo ha sciorinato una rivelazione sensazionale dietro l’altra, su quanto Rockefeller gli riferì a proposito della direzione che l’élite globale vuole imprimere al mondo intero.
13716108_1836132546610417_5053536999582795354_nDopo l’uscita del suo popolare film Mad As Hell (Pazzo come l’Inferno) e la candidatura a governatore del Nevada, Russo fu notato da Rockefeller, al quale fu introdotto tramite una avvocatessa. Rockefeller apprezzò la passione e l’abilità dimostrate da Russo nel proporre cambiamenti sociali e si impegnò in una sottile missione di reclutamento nella élite. Rockefeller chiese a Russo, durante una conversazione privata, se fosse disposto a far parte del Consiglio per le Relazioni Estere** (Council on Foreign Relations, CFR), ma Russo declinò l’invito precisando di non essere interessato a schiavizzare la gente, al che Rockfeller replicò freddamente, chiedendogli il motivo del suo attaccamento ai servi.
Russo dichiara: “Gli chiesi quale era il senso di tutto ciò. Aggiunsi: Avete tutto il denaro e tutto il potere che vi serve, quale è il vostro fine ultimo?”
Rockefeller rispose: “Il nostro fine è di controllare tutti con il microchip, di controllare l’intera società, di far controllare il mondo, dai banchieri e dagli appartenenti all’élite.”.
Rockefeller giunse al punto di assicurare Russo che se si fosse associato all’élite, sarebbe stato segnalato in modo tale da evitargli indebite ispezioni da parte delle autorità.

Russo rivela nell’intervista che, undici mesi prima del fatidico 11 settembre 2001, Rockefeller gli disse che si sarebbe verificato un evento che avrebbe portato all’invasione dell’Afganistan per far passare gli oleodotti attraverso il Mar Caspio, e all’invasione dell’Iraq per accaparrarsi i suoi pozzi petroliferi e stabilire una base nel Medio-Oriente. Successivamente si sarebbero regolati i conti con il presidente venezuelano Chavez (morì infatti di cancro indotto, come Chavez stesso aveva previsto). Rockefeller disse anche a Russo, che avrebbe visto i soldati nelle cave dell’Afganistan alla ricerca di Osama Bin Laden e che ci sarebbe stata una Interminabile guerra al terrorismo, mentre in effetti non c’è un reale nemico e tutta l’operazione è una gigantesca menzogna che consente al governo di ottenere il consenso del popolo americano. Rockefeller, secondo Russo, fece la straordinaria predizione con tono ilare e beffardo.
Aaron Russo è deceduto il 24 agosto 2007 di cancro, proprio come Chavez.
Fu autore fra l’altro di un lungometraggio :“America: dalla libertà al fascismo”, diffuso su youtube in versione autorizzata dal regista per la libera visione.

 

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...